logo

Accordo di scambio di liquidità tra la BNS e l'omologa coreana

La firma tra l'istituto svizzero e la Bank of Korea avrà luogo il 20 febbraio a Zurigo

Keystone
 
09
febbraio
2018
11:57
ats

ZURIGO - La Banca nazionale svizzera (BNS) e la sua omologa della Corea del Sud, la Bank of Korea (BOK), il 20 febbraio sottoscriveranno a Zurigo un accordo di scambio di liquidità, hanno indicato oggi i due istituti di emissione. L'intesa sarà firmata dal presidente della direzione della BNS Thomas Jordan e dal governatore della BOK Juyeol Lee. L'accordo di swap bilaterale consentirà l'acquisto e la vendita di valute tra le due banche centrali per 11'200 won sudcoreani, pari a 10 miliardi di franchi.

L'accordo permette di rafforzare la stabilità del mercato finanziario, indica la BOK. In caso di bisogno consente alla BNS di fornire franchi alla Corea del Sud o, viceversa, alla BOK di trasferire won alla Svizzera. BOK e BNS "coltivano un dialogo costruttivo da vari anni", sottolinea l'istituto di emissione elvetico nella sua breve nota. L'accordo permetterà di rafforzare la collaborazione tra le due istituzioni, aggiunge la BNS.

La BNS ha sottoscritto lo stesso tipo di intesa con, tra gli altri, Usa, Cina e Polonia. Lo scopo è di intervenire in caso di scarsità di liquidità, come durante l'ultima crisi finanziaria. In questa occasione, le principali banche centrali hanno iniettato capitali nei mercati finanziari coordinandosi con la Federal Reserve (Fed). Gli accordi hanno una natura preventiva. Sul proprio sito internet, la BNS indica che attualmente solo l'intesa con la Fed è effettivamente applicata.

Edizione del 26 settembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top