logo

Oms: in Nigeria 450 casi di febbre di Lassa, almeno 37 morti

 
13
febbraio
2018
16:53
ats

LAGOS - In Nigeria 450 persone sono state colpite dalla febbre emorragica di Lassa e almeno 37 sono morte in meno di 5 settimane tra il 1. gennaio e il 4 febbraio. Lo riferisce l'Organizzazione mondiale della Sanità in un comunicato, precisando che sono in tutto 43 i casi di morti probabilmente legate al virus. Secondo il rappresentante dell'Oms in Nigeria, Wondimagegnehu Alemu, si tratta di "un numero insolitamente alto di casi per questo periodo dell'anno". La malattia si diffonde attraverso il contatto con i fluidi corporei dei contagiati. Le persone spesso contraggono il virus mangiando cibo contaminato da urine o feci dei roditori. La malattia comincia come una febbre con dolori muscolari e può progredire con perdite di sangue dal naso o dalla bocca. Per la febbre di Lassa non esiste un vaccino.

Prossimi Articoli

Riad ammette, Khashoggi ucciso nel consolato

Di fronte alle richieste pressanti della comunità internazionale arriva la conferma della morte del giornalista - Diciotto persone finite in manette

Foto del giorno

Gli scatti più belli selezionati dalla redazione.

“Ciò di cui il mondo arabo ha più bisogno è la libertà di espressione”

Con questo titolo, che suona quasi come un testamento spirituale, il Washington Post pubblica oggi l'ultimo editoriale di Jamal Khashoggi

Edizione del 21 ottobre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top