logo

La Turchia chiede l'estradizione dei killer di Khashoggi

Sale il pressing da parte di Istanbul sull'Arabia Saudita per consegnare i responsabili dell'omicidio

KEYSTONE
 
26
ottobre
2018
20:28
ats

ISTANBUL - Sale il pressing della Turchia sull'Arabia Saudita per consegnare i responsabili dell'omicidio di Jamal Khashoggi. I magistrati di Istanbul hanno fatto inviare a Riad una richiesta di estradizione dei 18 sospetti arrestati nei giorni scorsi, tra cui secondo il presidente Recep Tayyip Erdogan si trovano i killer del giornalista dissidente. Il confronto è aperto tra le procure dei due Paesi, che domenica si vedranno a Istanbul per fare il punto sulle indagini.

La vicenda del reporter ucciso resta al centro del dibattito in Occidente. Dopo l'appello del Parlamento europeo a bloccare la vendita di armi a Riad, sposato dalla cancelliera tedesca Angela Merkel ma definito "demagogico" dal presidente francese Emmanuel Macron, è il mondo dello sport a finire al centro delle richieste di boicottaggio.

A partire dal calcio italiano. Diverse ong, tra cui Amnesty International, hanno invitato Juventus e Milan a non giocare a gennaio in Arabia Saudita la prossima finale di Supercoppa Italiana per non permettere al Regno di "rifarsi un'immagine" con lo sport.

Un evento per cui la Corona avrebbe sborsato 7 milioni di euro, in cambio della garanzia di ospitare 3 delle prossime 5 finali. In pressing anche il panorama politico italiano, dove l'invito a cambiare sede arriva dall'ex ministro dello Sport Luca Lotti. Le società sembrano comunque pronte a passare la patata bollente alla Lega italiana calcio. L'appello degli attivisti si estende anche a campioni di tennis come Novak Djokovic o Rafa Nadal perché disertino le loro "lucrose esibizioni nel deserto".

Dell'inchiesta è tornato a parlare oggi il presidente turco Erdogan. La Turchia ha in mano altre informazioni e documenti, "ma non c'è motivo di essere frettolosi", ha spiegato, chiedendo ancora una volta a Riad di rivelare "dov'è il corpo". Per la prima volta dall'ammissione dell'omicidio, è intervenuta anche la fidanzata del reporter, Hatice Cengiz.

In tv, la donna ha chiesto che "tutti quelli che sono coinvolti in questa brutalità, dal livello più alto al più basso, siano portati davanti alla giustizia e puniti", spiegando che non intende accettare l'invito alla Casa Bianca finché il presidente americano Donald Trump non mostrerà pieno impegno a fare luce sul caso. Khashoggi, ha poi raccontato, aveva timori nell'incontrare i diplomatici sauditi, ma in Turchia si sentiva comunque al sicuro: "Pensava che se fosse stato trattenuto o interrogato, la questione sarebbe stata risolta rapidamente".

Prossimi Articoli

Tariq Ramadan ottiene la scarcerazione

La decisione è stata presa dalla Corte d'appello di Parigi - L'islamologo svizzero di origine egiziana è accusato di due stupri

Scontro frontale tra due bus scolastici: una quarantina i feriti

AMMERNDORF (Baviera) - Cinque scolari sono in gravi condizioni, sono stati liberati dalle lamiere con le pinze idrauliche - Collegamento stradale interrotto fino a tardi, pompieri tuttora all'opera

Immigrato si masturba in strada e violenta un'anziana

Abuso sessuale choc ai danni di una 68.enne in una spiaggia in provincia di Chieti: per sfuggire al somalo, la donna si è gettata in mare

Edizione del 16 novembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top