logo

Erdogan: “L'ordine di uccidere Khashoggi è partito dall'alto”

È l'accusa lanciata dal presidente turco dalle colonne del Washington Post

Keystone
 
03
novembre
2018
10:43
Red. Online

ISTANBUL -  "L'ordine di uccidere Khashoggi è arrivato dal più alto livello del governo saudita". È l'accusa lanciata dal presidente turco Recep Tayyp Erdogan dalle colonne del Washington Post.

Nell'editoriale, il leader sottolinea di essere convinto che il re saudita Salman, il padre del principe Mohammed, non sia coinvolto e che tra Turchia e Arabia Saudita ci sono "rapporti amichevoli".

L'editoriale sul Washington Post è l'accusa più diretta da parte di Erdogan contro i vertici saudita ed arriva proprio ad un mese dall'assassinio del giornalista dissidente. "Non credo assolutamente che il re Salman, il custode delle sante moschee, abbia ordinato di uccidere Khashoggi", scrive il presidente turco definendo l'uccisione "inspiegabile".

La "lunga amicizia" tra Turchia e Arabia Saudita, continua l'editoriale, "non ci farà chiudere gli occhi davanti ad un omicidio premeditato". "il rifiuto del procuratore saudita di cooperare con l'indagine turca e di rispondere a semplici domande è molto frustrante", conclude Erdogan

Prossimi Articoli

Tariq Ramadan ottiene la scarcerazione

La decisione è stata presa dalla Corte d'appello di Parigi - L'islamologo svizzero di origine egiziana è accusato di due stupri

Scontro frontale tra due bus scolastici: una quarantina i feriti

AMMERNDORF (Baviera) - Cinque scolari sono in gravi condizioni, sono stati liberati dalle lamiere con le pinze idrauliche - Collegamento stradale interrotto fino a tardi, pompieri tuttora all'opera

Immigrato si masturba in strada e violenta un'anziana

Abuso sessuale choc ai danni di una 68.enne in una spiaggia in provincia di Chieti: per sfuggire al somalo, la donna si è gettata in mare

Edizione del 16 novembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top