logo

Angela Merkel prepara la sua successione

GLI SVILUPPI POLITICI IN GERMANIA - La cancelliera lunedì proporrà Annegret Kramp-Karrenbauer futura segretaria generale al Congresso della CDU - Delegati SPD riuniti per decidere sulla Grosse Koalition - E l'AfD vola al 16% nei sondaggi

 
20
febbraio
2018
12:55
Andrea Colandrea

BERLINO - È già entrata nel vivo una settimana cruciale per la politica tedesca: a partire da quest'oggi, infatti, i 463 mila delegati della SPD che ne costituiscono la base, dovranno pronunciarsi sulla Grosse Koalition di Angela Merkel, dopo che Martin Schulz, mercoledì scorso, aveva deciso di fare un passo indietro dimettendosi dalla presidenza del partito (VD SUGGERITI).

Il quadro politico tedesco si è, tuttavia, ulteriormente complicato, almeno dal profilo della percezione pubblica delle forze in campo, a seguito dell'ultimo sondaggio (fornito ieri dalla Bild Zeitung), che vede l'AfD superare di mezzo punto - al 16% - lo stesso partito socialdemocratico (sceso al 15,5%), sempre più in crisi di consensi, mentre la CDU è data in ripresa: 32,5% (+2,5%).

Nel frattempo, nelle ultime ore, a Berlino, la cancelliera Angela Merkel, in una conferenza stampa, ha confermato di voler proporre al congresso della CDU in calendario il prossimo 26 febbraio, Annegret Kramp-Karrenbauer futura segretaria generale del partito. E di conseguenza, di fatto, suo possibile successore nell'Unione cristiano-democratica (la stampa tedesca ha già definito AKK - che è l'acronimo della Karrenbauer - "mini-Merkel").

"Ci conosciamo da molto tempo e ci fidiamo molto l'una dell'altra - ha dichiarato Merkel ai giornalisti - anche se ognuna ha la sua testa", specificando che la governatrice del Saarland, è chiamata ad assumere il nuovo mandato politico "in tempi difficili e inquieti". In seno alla CDU, insomma, grandi manovre in corso, dopo che il timoniere della segreteria generale, Peter Tauber, ha deciso, evidentemente anche perché sotto pressione, di farsi da parte e di lasciare il campo libero alle decisioni della dirigenza e del congresso.

Nelle prossime ore, mentre la nuova leader di AfD Alice Weidel (domiciliata in Svizzera), ha commentato in modo trionfalistico l'ascesa del suo partito (peraltro su una linea fortemente profilata a destra che aveva emarginato la più moderata Frauke Petry, chiamatasi fuori a sua volta proprio per questa ragione), si saprà quale percorso di Governo intraprenderà la Germania. Nulla può essere dato per scontato a Berlino, dove più di un osservatore della vita politica nazionale, continua a rimarcare che il voto espresso dalla base socialdemocratica, potrebbe riservare anche qualche sorpresa. E ciò nonostante i sei ministeri spartiti tra le fila della stessa SPD. A breve ne sapremo di più.

 

Articoli suggeriti

Schulz si dimette ufficialmente da guida della SPD

Colpo di scena in Germania dopo che il leader del partito si è ritirato dalla carica di ministro degli Esteri - Designato commissario ad interim Olaf Scholz

Edizione del 20 giugno 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top