logo

"Avanti così e contro il Lucerna non schiero la squadra"

Angelo Renzetti interviene ancora sul Team Ticino: "Il Bellinzona e la Federazione vogliono Engel presidente"

Zocchetti
Angelo Renzetti
 
06
novembre
2018
16:21
Red. Sport

LUGANO – L'assemblea del Team Ticino, in programma giovedì sera presso la sede della Federazione ticinese di calcio, si terrà in un clima esplosivo. Quantomeno è questa l'impressione dopo gli ultimi sviluppi. Riassumiamo: il consorzio – che raggruppa i migliori giovani calciatori del cantone – dovrà eleggere un nuovo comitato in seguito alle dimissioni dallo stesso annunciate da Lugano e Chiasso. Il Lugano, spalleggiato dai rossoblù, punta ad avere il controllo mentre il Bellinzona sta cercando nella Federazione un alleato strategico per mantenere una sorta di status quo. E per continuare a garantire i principi base dell'Associazione svizzera di calcio. 

E proprio l'alleanza fra granata e Federazione ha mandato su tutte le furie il presidente del Lugano Angelo Renzetti. Già, perché la Federazione starebbe agendo come se fosse un socio del Team Ticino (non lo è, anche se per statuto ha diritto a partecipare all'assemblea e a proporre soci) e giovedì – si mormora – proporrà quattro membri "suoi" per il comitato oltre ai quattro che schiererà il Bellinzona. "Non finisce qui" dice Renzetti. "Perché il Bellinzona e la Federazione vogliono mettere Karl Engel come presidente, così da avere la maggioranza in comitato e tagliarci fuori. Io sono allibito. Ho già chiamato la Swiss Football League, minacciando di non schierare la squadra sabato contro il Lucerna e di non iscriverla al prossimo campionato. Tutto questo è inaudito: ogni società di Super o Challenge League ha in mano il rispettivo partenariato a livello giovanile. Noi no. Noi dobbiamo sottostare agli Engel di turno".

Edizione del 16 novembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top