logo

Il Lugano non lascia scampo ai Lions

I bianconeri alla Cornèr Arena superano per 5-3 lo Zurigo, dimenticando la sconfitta di ieri sera a Losanna

 
03
novembre
2018
22:00
Flavio Viglezio

LUGANO -  La sconfitta a Losanna è già dimenticata. Al termine di un'altra buona prestazione il Lugano alla Cornèr Arena ha battuto per 5-3 gli ZSC Lions.

Primo tempo
Il Lugano parte bene e colpisce quasi subito con il "solito" Hofmann, che al 5'03'' batte Schlegel con un tiro incrociato dalla media distanza. I Lions provano a reagire, ma a trovare il raddoppio sono i bianconeri: si rivede finalmente il polsino di Fazzini, che all'11'16'' fa 2-0. Lo Zurigo non ci sta e al 17'25'' accorcia con una deviazione nello slot da parte di Shore.

Secondo tempo
Ricomincia a mille il Lugano, che colpisce per la terza volta al 21'45'' con Morini al termine di un'azione a tutta velocità di Hofmann. E poco più di tre minuti più tardi arriva anche il quarto gol grazie ad una deviazione di Jörg su appoggio dalla linea blu di Loeffel. A riaprire la contesa ci pensano... gli arbitri. Gli ZSC Lions possono giocare per due minuti in doppia superiorità numerica per le dubbie penalità fischiate ai danni di Walker e Lapierre: al 33'30'' Cervenka insacca da ottima posizione.

Terzo tempo
Gli ZSC Lions mettono sotto pressione sulla difesa del Lugano, che si difende comunque con ordine. Fino al 48'45'', quando su una ripartenza Schäppi supera Merzlikins e rimette tutto in discussione. I bianconeri capiscono che non possono limitarsi a difendere il risultato e ricominciano a macinare gioco. Lo Zurigo ci prova togliendo il portiere, ma al 58'50'' Walker infila a porta vuota la rete del 5-3.

 

Il tabellino

Lugano - ZSC Lions 5-3 (2-1, 2-1, 1-1)

Reti: 5'03 Hofmann (Haapala) 1-0. 11'16 Fazzini (Romanenghi) 2-0. 17'25 Shore (Bodenmann) 2-1. 21'45 Morini (Hofmann, in 4c5, esp. Chiesa) 3-1. 24'51 Jörg (Loeffel) 4-1. 33'30 Cervenka (Noreau, esp. Walker e Lapierre) 4-2. 48'45 Schäppi (Herzog) 4-3. 58'50 Walker) 5-3.

Spettatori: 6.502. Arbitri: Massy/Koch, Kovacs/Gnemmi. Penalità: 5x2' c. Lugano; 1x2' c. ZSC.

Lugano: Merzlikins; Wellinger, Ulmer; Vauclair, Loeffel; Chorney, Chiesa; Riva, Jecker; Jörg, Lapierre, Walker; Hofmann, Sannitz, Haapala; Klasen, Morini, Bürgler; Bertaggia, Romanenghi, Fazzini.

ZSC Lions: Schlegel; Marti, Karrer; Phil Baltisberger, Klein; Blindenbacher, Sutter; Berni; Hollenstein, Shore, Bodenmann; Bachofner, Prassl, Chris Baltisberger; Herzog, Cervenka, Noreau; Miranda, Schäppi, Sigrist.

Note: Lugano senza Cunti, Lajunen, Sartori e Reuille (tutti infortunati). ZSC privi di Geering, Nilsson, Wick, Flüeler, Suter e Hinterkircher (tutti infortunati) e Pettersson (straniero in sovrannumero).

 

Prossimi Articoli

Il Lugano fa felice Geo Mantegazza

Alla Corner Arena i bianconeri superano 5-2 il Ginevra

Hockey, gli stranieri restano quattro

I dodici club della National League svizzera hanno votato per lo status quo

L’Ambrì spezza la maledizione ai rigori

Dopo aver perso sei derby di fila, i biancoblù superano il Lugano alla Valascia

Edizione del 16 novembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top