logo

"Danno enorme abolire la libera circolazione"

Lo sostengono le parti sociali dell'industria MEM, che fanno fronte comune contro l'iniziativa lanciata dall'UDC

Reguzzi
 
14
febbraio
2018
11:10
ats

BERNA - Le parti sociali dell'industria metalmeccanica ed elettrica (industria MEM) sono concordi nel ritenere che gli accordi bilaterali I rivestano grande importanza per l'industria MEM della Svizzera. Si oppongono pertanto congiuntamente e con determinazione all'iniziativa per l'abolizione della libera circolazione delle persone lanciata dall'UDC e ai recenti attacchi che i democentristi hanno sferrato contro il partenariato sociale. L'iniziativa chiede la disdetta della libera circolazione con l'UE e pertanto provocherebbe automaticamente il venir meno di tutti gli accordi bilaterali I. Il danno economico per l'industria MEM e per tutti gli occupati attivi nel ramo sarebbe enorme.

Prossimi Articoli

Aggredirono 5 donne fuori dalla discoteca: identificati

Alcuni dei presunti autori delle violenze di Ginevra sono cittadini francesi - Due vittime gravemente ferite, una ancora in coma

Chi era alla guida? Dopo l'incidente si accusano a vicenda

Il sinistro è avvenuto nei pressi del passo della Flüela (GR): gli occupanti del furgone, un uomo e una donna, erano entrambi senza patente

TCS, dall'inizio delle vacanze 16.150 telefonate

Il bilancio delle richieste d'aiuto provenienti dall'estero alla Centrale d'intervento ETI, giorno più carico il 4 agosto

Edizione del 14 agosto 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top