logo

Gran Premio svizzero d'arte 2018: Luigi Snozzi fra i premiati

Il riconoscimento dell'Ufficio federale della cultura è andato all'architetto ticinese, al bernese Thomas Hirschorn e alla ginevrina Hirschorn e la ginevrina Sylvie Fleury

fotogonnella
 
20
febbraio
2018
12:10
ats

BERNA - L'architetto ticinese Luigi Snozzi e due artisti, il bernese Thomas Hirschorn e la ginevrina Sylvie Fleury, sono quest'anno i vincitori del Gran Premio svizzero d'arte/Prix Meret Oppenheim, assegnato dall'Ufficio federale della cultura (UFC). L'onorificenza sarà consegnata a Basilea l'11 giugno prossimo insieme ai Premi svizzeri d'arte, indica oggi l'UFC in una nota.

Ciascun premiato riceverà 40'000 franchi. Il Gran Premio, attribuito dal 2001 su raccomandazione della Commissione federale d'arte, "distingue personalità di spicco del mondo dell'arte, dell'architettura e della mediazione artistica il cui operato noto internazionalmente è di particolare attualità e rilevanza per la scena artistica e architettonica svizzera", si legge nel comunicato.

Prossimi Articoli

La carica dei 40 mila per il Papa

GINEVRA - La messa del Pontefice è iniziata alle 17.30 al Palexpo - Massiccia presenza delle forze dell'ordine

Accoltella una donna e fugge, ferite gravi

Il fatto di sangue a Gossau (SG), secondo la polizia si tratterebbe di un reato passionale

Fiamme nel bosco a Poschiavo

I pompieri sono intervenuti ieri pomeriggio con un elicottero - All'origine del principio d'incendio la scarica di alcuni fulmini

Edizione del 24 giugno 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top