logo

Catalogna: la leader Cup Anna Gabriel sceglie l'esilio in Svizzera

Come Puigdemont la rappresentante del partito della sinistra indipendentista ha scelto di non presentarsi davanti al giudice

AP Photo
 
20
febbraio
2018
13:23
ats

MADRID - La leader del partito della sinistra indipendentista catalana Cup, Anna Gabriel, attualmente a Ginevra, ha deciso di scegliere l'esilio in Svizzera, come l'ex-President Carles Puigdemont in Belgio, e di non presentarsi domani davanti al giudice spagnolo Pablo Llarena che l'accusa di presunta "ribellione".

Lo ha annunciato in un'intervista pubblicata oggi dal quotidiano romando Le Temps, e ripresa dalla stampa catalana. "Nel mio Paese non avrei un processo giusto", afferma, "sono perseguitata per la mia attività politica e la stampa governativa mi ha già dichiarata colpevole". Non devo andare davanti al giudice, ha aggiunto, devo restare qui per denunciare.

Llarena potrebbe emettere domani un mandato d'arresto nei suoi confronti. Anna Gabriel Rischia fino a 30 anni di prigione per aver partecipato all'organizzazione del referendum sull'indipendenza in Catalogna.

Secondo l'avvocato della Gabriel, Olivier Peter, il rischio che la Spagna inoltri una richiesta di estradizione alla Svizzera è tuttavia minimo. Madrid ha già ritirato la sua domanda di estradizione concernente Puigdemont, attualmente in Belgio.

Prossimi Articoli

Borghesi ed economia lodano il suo impegno

LE REAZIONI ALLE DIMISSIONI - Borghesi ed economia lodano il suo impegno

Uno svizzero su sei ha doppia cittadinanza

Lo scorso anno ad ottenere la nazionalità elvetica sono state quasi 45.000 persone, 2000 in più dell'anno precedente

Iniziativa giudici stranieri: il no di Sommaruga e Schneider-Ammann

Per il governo la proposta di modifica costituzionale avrebbe riflessi negativi sulla stabilità del paese e renderebbe Berna un partner inaffidabile.

Edizione del 26 settembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top