logo

Zurigo è da nababbi, ma anche Lugano non scherza

LO STUDIO - Il prezzo di un appartamento di proprietà nella Città sulla Limmat è raddoppiato in 10 anni - In Ticino le case più care in riva al Ceresio - Si spende poco in Vallemaggia e Leventina

shutterstock
 
16
ottobre
2018
10:43
ats

ZURIGO - Il prezzo di un appartamento in proprietà a Zurigo è praticamente raddoppiato sull'arco di un decennio, Lugano figura fra i distretti con le case medio-grandi più care, mentre chi vuole spendere poco deve acquistare un alloggio in Vallemaggia o in Leventina: sono alcuni dei dati che emergono da uno studio pubblicato oggi dal Politecnico federale di Zurigo e dal servizio di confronti su internet Comparis.

La ricerca - che si basa sull'analisi di oltre 1,5 milioni di annunci per la vendita di case e appartamenti pubblicati su Comparis fra il 2005 e il giugno 2018 - mette in luce come Zurigo sia la città più costosa per chi ambisce ad avere un proprio appartamento: il metro quadrato viene offerto a 13'000 franchi (prezzo mediano). Nello spazio di 11 anni (fra il 2007 e il 2018) vi è stato un aumento del 97%, il più marcato della Svizzera.

Altri distretti a forte crescita sono Horgen (ZH, +89% a 11'750 franchi), Nidvaldo (+82% a 9000), Neuchâtel (+80% a 7500) e Zugo (+69% a 10'250). Fra le dieci regioni in cui sono stati osservati gli incrementi più elevati, nove sono situate vicino a un lago.

"In confronto all'analisi sul lungo periodo dell'anno passato, l'aumento dei prezzi ha conosciuto un rallentamento generale", osserva Nina Spielhofer, esperta di immobili presso Comparis, citata in un comunicato. In una zona - quella di Goms, in Vallese - vi è stato addirittura un calo: -2% a 3500 franchi. La progressione più bassa (+9% a 4250) è stata osservata nella regione del Reno Posteriore.

L'aumento dei prezzi più elevato nel corso di un anno è invece stato registrato a La Chaux-de-Fonds (+25%). Seguono Niedersimmental (BE, +23%), Sense (FR, +22%) e Inn (GR, +21%). "A causa della molto bassa redditività di altre categorie di investimento gli investitori istituzionali puntano ancora in modo massiccio nel settore immobiliare e, a quanto pare, privilegiano in particolare i distretti con prezzi relativamente bassi", commenta Didier Sornette, professore al Politecnico di Zurigo. Sempre nel paragone annuale fra i dieci arretramenti più marcati figurano i distretti di Moesa (-14% a 4500 franchi) e Bellinzona (-7% a 5500).

Gli appartamenti in assoluto più convenienti a livello svizzero si trovano a Le Locle (NE, 3250 franchi al metro quadrato), Goms (VS, 3500), Courtelary (BE, 3750) e Raron (VS, 3750). Quelli più costosi a Zurigo (13'000), Horgen (ZH, 11'750), Meilen (ZH, 11'250), Maloja (GR, 11'250) e Ginevra (11'000).

Chi vuole acquistare una casa medio-grande (5-61⁄2 locali) paga 2,5 milioni a Meilen, 1,75 milioni a Nyon (VD), 1,65 milioni a Horgen (ZH), 1,65 milioni a Lucerna e 1,60 milioni a Ginevra. In settima posizione (a pari merito con altri) nella classifica dei distretti più cari si inserisce Lugano (1,45 milioni).

Abitazioni della stessa grandezza vengono per contro offerte a 350'000 franchi in Vallemaggia, a 400'000 franchi in Leventina nonché a 450'000 franchi in Moesa e nella Valle di Blenio, tutte realtà che - insieme a Porrentruy (pure 450'000 franchi) - presentano i prezzi più bassi.

Prossimi Articoli

Sgominata una banda di spacciatori canapa

Una grossa operazione di polizia ha portato in carcere due uomini accusati di un ampio traffico tra Germania e Svizzera

L'ombra del boicottaggio su diversi istituti finanziari elvetici

La COMCO ha aperto un'inchiesta nei confronti di Aduno Holding, Credit Suisse, PostFinance, Swisscard e UBS - Avrebbero favorito la soluzione TWINT "bloccando" Apple Pay e Samsung Pay

Le aziende svizzere saldamente nelle mani degli uomini

La presenza femminile continua a essere scarsa nei piani alti delle imprese elvetiche

Edizione del 16 novembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top