logo

Sommaruga difende la legge sui giochi di denaro

Il Consiglio federale ha avviato la campagna per la legge su cui si voterà il 10 giugno

CdT
 
12
marzo
2018
11:28
ats

BERNA - Giochi di denaro sotto controllo: il Consiglio federale ha avviato la campagna per la legge sui giochi di denaro sulla quale il popolo è chiamato a esprimersi il 10 giugno. Il governo vuole assicurare che ai tavoli da gioco e in Internet le regole siano rispettate. La legge sui giochi in denaro permette anche di giocare in Internet ma solo su siti autorizzati. I siti stranieri senza questo permesso saranno invece bloccati.

La Svizzera non sarà la sola ad agire in tal senso, secondo le informazioni del Dipartimento di giustizia e polizia (DFGP) tali tipi di blocchi esistono in 17 Stati europei. Per gli oppositori alla legge si tratta di una grave violazione alla libertà economica e d'informazione. Bloccare l'accesso a un sito di giochi non autorizzati non significa impedire a qualcuno di accedere a un'informazione o di esprimere liberamente un'opinione, indica la consigliera federale Simonetta Sommaruga citata in un comunicato del DFGP.

Le offerte che non sono state autorizzate in Svizzera non contribuiscono in nulla al bene comune, secondo Sommaruga e i sostenitori della proposta. Tali offerenti non sono neppure tenuti a prendere misure per prevenire la dipendenza al gioco, la truffa e il riciclaggio di denaro. Secondo la ministra di giustizia e polizia la nuova legge rafforza inoltre la protezione contro il gioco eccessivo. Come le case da gioco, le società di lotteria dovranno in futuro escludere dai giochi le persone dipendenti. Solo gli operatori che si conformano alle legislazione svizzera avranno accesso al mercato elvetico. Anche la lotta contro il riciclaggio sarà rafforzata. Il pericolo di manipolazione di scommesse sportive sarà ridotto. Parallelamente la nuova legge conferma la responsabilità dei Cantoni in fatto di lotterie e di scommesse sportive. D'altra parte permetterà loro di autorizzare piccoli tornei di poker.

Infine la legge veglia a che i gestori non conservino tutti i loro utili ma ne versino una parte per il bene comune. Ogni anno circa un miliardo di franchi provenienti dai giochi dei casinò, dalle scommesse sportive e dalle lotterie vanno all'AVS/AI (276 milioni), ai Cantoni in cui sono ubicate le case da gioco (47 milioni) e a un gran numero di organizzazioni di utilità pubblica ( 630 milioni).

Prossimi Articoli

Congedo paternità: verso un controprogetto di due settimane

Dovrà essere preso nei 6 mesi successivi alla nascita del figlio, in un'unica volta o sotto forma di riduzione del grado di occupazione

Edizione del 23 settembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top