logo

Difficoltà in matematica? È un problema di italiano

IL SONDAGGIO - Uno studio sulle prove di quinta elementare commissionato dal DECS evidenzia che la comprensione linguistica incide nella risoluzione dei quesiti matematici

fotogonnella
 
06
marzo
2018
11:22
Red. Online

BELLINZONA - La comprensione linguistica di un problema di matematica incide nella risoluzione dei problemi matematici: italiano e matematica non sono quindi ambiti così distinti come si potrebbe credere. Il legame è stato evidenziato da uno studio sulle prove standardizzate degli alunni di quinta elementare in Ticino. L'analisi, effettuata dal Centro competenze Didattica della Matematica (DdM), è stata commissionata Dipartimento dell'educazione, della cultura e dello sport (DECS) e dal Dipartimento formazione e apprendimento (DFA) della SUPSI. L'analisi didattica dei risultati della prova standardizzata di matematica, somministrata a maggio 2015 dai ricercatori del Centro innovazione e ricerca nei sistemi educativi (CIRSE) a tutti gli allievi di quinta delle scuole elementari ticinesi, è iniziata nel 2016 ed è stata gestita da due docenti, ricercatrici del DdM. Lo studio nasce dalla necessità di analizzare in modo più approfondito le motivazioni degli insuccessi registrati dagli allievi in questa materia.

Difficoltà nella comprensione del testo
Dallo studio qualitativo dei risultati emergono alcuni aspetti su cui è bene riflettere per poter adeguare al meglio le pratiche scolastiche. Al di là delle difficoltà legate ad aspetti specifici della matematica, gli allievi tendono a effettuare una lettura poco profonda del testo di un problema, orientata alla ricerca di dati numerici da combinare, di parole chiave che suggeriscano il modo di combinarli, accompagnata in alcuni casi alla difficoltà nel comprendere il significato di alcune parole o della situazione stessa. Spesso questo comporta un significativo blocco iniziale nell'individuazione del modello matematico adatto a risolvere il problema. Tali risultati hanno quindi messo in evidenza come la componente di comprensione linguistica incida nella risoluzione di problemi matematici. Italiano e matematica non risultano quindi ambiti così distinti e sarebbe auspicabile una loro integrazione al fine di far evolvere le competenze matematiche degli allievi.

Un ulteriore aspetto che risulta interessante è la mancanza in diversi casi di rilettura critica dei procedimenti e dei risultati numerici ottenuti rispetto al contesto della situazione. Abituare gli allievi a interpretare criticamente i risultati ottenuti e a contestualizzarli all'interno della situazione di partenza permetterebbe loro da un lato di affrontare con maggior capacità di analisi situazioni problematiche reali, dall'altro di superare in molti casi eventuali errori.

Un aiuto per i docenti di domani
Lo studio pubblicato è corredato da molteplici esempi e illustrazioni che possono essere d'aiuto agli insegnanti per riflettere con sempre maggiore consapevolezza sui processi d'insegnamento/apprendimento della matematica e sulle personali scelte didattiche, così da avviare una proficua ricaduta nella formazione dei propri allievi.

 

E tu, adulto, saresti in grado di risolvere un problema matematico dei tempi della scuola?

64 %
No
19 %
Non so
17 %
Il sondaggio � stato chiuso il 07/03/2018
Prossimi Articoli

Prete manesco al battesimo: il video shock

Un sacerdote di Martinica prende a schiaffi il bambino per farlo smettere di piangere

La tifosa russa vola sul web, ma è una pornostar

Le sue foto sono diventate virali dopo le partite della Nazionale di casa, ma non sarebbe una supporter qualsiasi: secondo i media russi avrebbe recitato in numerosi film hard

Non solo Gislason: ecco i calciatori più belli del Mondiale

Per il popolo femminile cinque buoni motivi per non perdersi più una partita di Russia 2018

Edizione del 24 giugno 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top