logo

Polemiche sul Rabadan: “La città è militarizzata”

VOTA IL SONDAGGIO - Un'interpellanza di tre consiglieri comunali di Bellinzona getta ombre sul carnevale - Ma Andrea Bersani ribatte: "Con la sicurezza non si scherza"

 
08
febbraio
2018
12:53
C.NACA

BELLINZONA - Il Rabadan prende il via stasera e insieme a coriandoli e bollicine arrivano puntuali anche le solite polemiche legate all'organizzazione del carnevale nella Turrita.  Tre consiglieri comunali di Bellinzona - Ronnie David (I Verdi), Lisa Boscolo (PS) e Alessandro Lucchini (Unità di Sinistra) - hanno infatti presentato un'interpellanza al Municipio, ponendo una serie di domande sull'evento per eccellenza del bellinzonese. Secondo i tre interpellanti negli ultimi anni sta emergendo un sentimento di insoddisfazione tra i sudditi verso il carnevale e la sua gestione. Da patrimonio storico e incontro spensierato per i bellinzonesi sta diventando "una festa commerciale" e "una macchina da soldi per la società che lo gestisce", con la complicità del Municipio, sottolineano i consiglieri comunali.  Polemiche anche sui prezzi d'entrata, "che selezionano di fatto chi può partecipare e chi no", come pure "l'eccessiva" presenza di forze di sicurezza che presidiano il perimetro del carnevale: "Barriere presenti da settimane in centro città e occupazione del suolo pubblico che si protrae per circa un mese e mezzo. Essendo una manifestazione unicamente commerciale andrebbe aperto un pubblico concorso per l'attribuzione del carnevale e il comune dovrebbe riscuotere importanti pedaggi per l'occupazione accresciuta del suolo pubblico" si legge nell'interpellanza.

"Con la sicurezza non si scherza, è giusto permettere a tutti di festeggiare il carnevale in tutta sicurezza", ribatte il vicesindaco e direttore del Dicastero sicurezza e servizi industriali della Città Andrea Bersani, da noi interpellato. "Sono lontani i tempi più romantici del carnevale, che oggi è una manifestazione di una certa importanza", continua. "Dobbiamo rispettare degli standard di sicurezza precisi e questi non dipendono da scelte del Municipio o della Società Rabadan, ma dai tempi che corrono". Inoltre, spiega Bersani, "i vari dispositivi sono presenti da circa una settimana in città, non di più e il posizionamento delle barriere e delle reti dipendono da una questione di logistica".

"Non bisogna dimenticare poi che, nonostante la sicurezza accresciuta, non si riesce a evitare che ogni anno ci siano fermi ed espulsioni dalla città del carnevale" continua Bersani. "Il dispositivo di sicurezza, conclude, viene concordato con la Polizia comunale e cantonale e il suo scopo è prevenire al meglio eventuali incidenti incidenti". 

 

 

Al via il Rabadan, ti senti al sicuro nella città del carnevale?

43 %
No
42 %
Non so
15 %
Il sondaggio � stato chiuso il 09/02/2018
Articoli suggeriti

L`ora X del Rabadan

Cerimonia di apertura oggi alle 21 in piazza Nosetto per il carnevale di Bellinzona numero 155

Carnevale: sempre meno incidenti a causa dell`alcol

Anche quest'anno Nez Rouge sarà presente al Rabadan - Negli ultimi anni si è assistito a una diminuzione del 40% del tasso di incidentalità dovuto all'abuso di bevande alcoliche

Edizione del 23 luglio 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top