logo

"Con Pagani facciamo un salto generazionale"

Il capogruppo PLR Alex Farinelli spiega la scelta nella corsa alla poltrona di procuratore generale

CdT
 
10
febbraio
2018
06:00
Gianni Righinetti

BELLINZONA - Alex Farinelli e il PLR hanno deciso di dare sostegno ad Andrea Pagani, sostituto procuratore generale, per il posto di pg. Con lui, sostiene Farinelli, si farebbe «un salto generazionale, garantendo al Ministero pubblico la prospettiva di stabilità nel tempo». La Lega resta attendista, il PPD punta su Antonio Perugini e il PS su Emanuele Stauffer.

Su chi ha deciso di puntare il PLR nella corsa a procuratore generale?

«Il gruppo ha deciso di puntare su un salto generazionale, garantendo quindi al Ministero pubblico la prospettiva di una conduzione che dia stabilità nel tempo e che sia in particolare rivolta verso il settore dei reati finanziari, settore che oggi soffre terribilmente. Per questo motivo siamo convinti che il procuratore generale sostituto Andrea Pagani, che già oggi è attivo in questo ambito e che ci ha esposto le sue idee precise e concrete su quello che vuole fare, sia la scelta migliore e più convincente».

Veniamo al concorso per il nuovo pg. Avete il parere della commissione d'esperti e il test attitudinale di ognuno svolto a Zurigo. Ma quest'ultimo, voluto da voi e pagato dai contribuenti, verrà ignorato. Lo reputa giusto e normale?

«La questione è un po' più complicata da come viene posta. Senza entrare in troppi dettagli la legge e la Costituzione dicono chiaramente che la commissione di esperti indipendenti (voluta peraltro dal Gran Consiglio) è l'unico organo abilitato ad emettere giudizi sui candidati a posti nella magistratura».

L'intervista integrale a pagina 7 del Corriere del Ticino.

 

Prossimi Articoli

“Prima i nostri”, pollice verso alla legge di applicazione

Il Gran Consiglio ticinese ha approvato il Rapporto di maggioranza, contrario, con 44 voti contro 32 e 2 astenuti

Aria di Commissione d'inchiesta sui rimborsi spese

Il Parlamento non impugna il decreto d'abbandono di John Noseda – L'ipotesi di una nuova CPI è ora nelle mani della Gestione – Prossima tappa la seduta parlamentare del 12 marzo

In Ticino farà (ancora) più freddo

Correnti da nordest porteranno aria gelida nei prossimi giorni sul nostro cantone - Da domani nuvolosità e possibili precipitazioni

Edizione del 22 febbraio 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top