logo

Una nuova terapia per il San Carlo

Il sindaco di Locarno ha spiegato le misure messe in campo per ridare serenità alla casa anziani

Archivio CdT
Alain Scherrer non ha nascosto che al San Carlo rimangono ancora parecchi problemi da risolvere, ma si è detto comunque fiducioso.
 
14
marzo
2018
04:00
b.g.l.

LOCARNO - La via della completa guarigione è ancora lunga, ma il San Carlo di Locarno non è più il malato gravissimo di qualche tempo fa. Ad assicurarlo è stato, lunedì sera, il sindaco di Locarno, rispondendo ad un'interpellanza sulla casa per anziani davanti al Consiglio comunale. Oltre ad aver inquadrato le modalità che hanno portato alle dimissioni dell'attuale direttore, Alain Scherrer ha anche illustrato le misure adottate dall'Esecutivo per garantire l'operatività dell'istituto e quelle previste in futuro. Si va da una verifica e supervisione del settore delle cure alla presenza regolare nella casa del responsabile delle risorse umane della Città. Presto, poi, il Municipio locarnese incontrerà il medico cantonale per una valutazione di quanto già attuato e, soprattutto, per concordare i prossimi passi. Volti, in particolare, alla sostituzione dei partenti: direttore e capo cure.

Prossimi Articoli

A Losone arriva la prima spazzatrice elettrica del Ticino

Il Comune di Losone si è dotato della prima spazzatrice elettrica per la pulizia delle strade del Canton Ticino

Edizione del 20 giugno 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top