logo

“È doloroso, ma i licenziamenti sono necessari”

A rischio 156 posti di lavoro al Casinò di Campione d'Italia - Parla il sindaco Roberto Salmoiraghi

Reguzzi
 
10
febbraio
2018
06:00

CAMPIONE D'ITALIA - Sono 156 i posti a rischio: un terzo degli attuali occupati al Casinò di Campione d'Italia. L'esubero, che a grandi linee era già stato prefigurato, giovedì è passato al vaglio dell'assemblea sociale della casa da gioco, ovvero dall'Amministrazione comunale che ne è esclusiva titolare, e che lo ha formalmente deliberato. Il sindaco Roberto Salmoiraghi è esplicito: «Per quanto impopolare, oltre che dolorosa, la misura di licenziamento è necessaria: in gioco c'è la sopravvivenza dell'enclave e se il solo modo di assicurare al Comune i proventi che gli garantiscono il pareggio di bilancio – come da legge istitutiva della casa da gioco – è questo, proprio come sindaco vi dovrò procedere». 

Tutti i dettagli a pagina 12 del CdT.

Prossimi Articoli

Guido Tognola alla guida del PLR di Lugano

L'imprenditore 54.enne è un volto quasi sconosciuto nel mondo della politica - La sua nomina dovrà essere confermata dall'assemblea sezionale prevista il 15 giugno

La StraLugano al via con il naso all'insù

Lugano in fermento per l'importante evento sportivo - Nel pomeriggio lo show aereo mozzafiato del PC7-Team - FOTO e VIDEO

Viganello: condannato il fisioterapista-spacciatore

Due anni sospesi all'uomo che nel 2016 aveva messo in circolazione della cocaina

Edizione del 26 maggio 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top