logo

“È doloroso, ma i licenziamenti sono necessari”

A rischio 156 posti di lavoro al Casinò di Campione d'Italia - Parla il sindaco Roberto Salmoiraghi

Reguzzi
 
10
febbraio
2018
06:00

CAMPIONE D'ITALIA - Sono 156 i posti a rischio: un terzo degli attuali occupati al Casinò di Campione d'Italia. L'esubero, che a grandi linee era già stato prefigurato, giovedì è passato al vaglio dell'assemblea sociale della casa da gioco, ovvero dall'Amministrazione comunale che ne è esclusiva titolare, e che lo ha formalmente deliberato. Il sindaco Roberto Salmoiraghi è esplicito: «Per quanto impopolare, oltre che dolorosa, la misura di licenziamento è necessaria: in gioco c'è la sopravvivenza dell'enclave e se il solo modo di assicurare al Comune i proventi che gli garantiscono il pareggio di bilancio – come da legge istitutiva della casa da gioco – è questo, proprio come sindaco vi dovrò procedere». 

Tutti i dettagli a pagina 12 del CdT.

Prossimi Articoli

Dieci mesi al chirurgo che gonfiava le fatture

Il 57.enne, che operava nell'assistenza e cure a domicilio, è stato condannato dalla Corte delle Assise correzionali di Lugano, la pena è sospesa per due anni - I fatti risalgono a oltre un decennio fa

Edizione del 16 ottobre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top