logo

“È doloroso, ma i licenziamenti sono necessari”

A rischio 156 posti di lavoro al Casinò di Campione d'Italia - Parla il sindaco Roberto Salmoiraghi

Reguzzi
 
10
febbraio
2018
06:00

CAMPIONE D'ITALIA - Sono 156 i posti a rischio: un terzo degli attuali occupati al Casinò di Campione d'Italia. L'esubero, che a grandi linee era già stato prefigurato, giovedì è passato al vaglio dell'assemblea sociale della casa da gioco, ovvero dall'Amministrazione comunale che ne è esclusiva titolare, e che lo ha formalmente deliberato. Il sindaco Roberto Salmoiraghi è esplicito: «Per quanto impopolare, oltre che dolorosa, la misura di licenziamento è necessaria: in gioco c'è la sopravvivenza dell'enclave e se il solo modo di assicurare al Comune i proventi che gli garantiscono il pareggio di bilancio – come da legge istitutiva della casa da gioco – è questo, proprio come sindaco vi dovrò procedere». 

Tutti i dettagli a pagina 12 del CdT.

Prossimi Articoli

Visita a sorpresa di Borradori alla Appendino

L'INCONTRO TRA I SINDACI - "Dialogo e condivisione" alla base dei rapporti tra le città di Lugano e di Torino

“Con la generosità simpatica aiutiamo le famiglie in difficoltà”

Il direttore dell'Oratorio di Lugano don Emanuele ci parla di "CUOResima", l'iniziativa lanciata ieri che porta conforto con il sorriso

Si cerca Giamila Maroni: è irreperibile da nove giorni

L'appello della sorella via Facebook: chi ha informazioni sulla 21.enne di Caslano è pregato di segnalarlo

Edizione del 22 febbraio 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top