logo

Due ciclabili alla conquista del Ceresio

Uno studio di fattibilità dice che la Paradiso-Melide è realizzabile – A Ponte Tresa si attende uno studio geologico per capire se si potrà creare una nuova riva profonda una trentina di metri

archivio CdT
Con la nuova ciclabile i ciclisti potranno evitare di circolare in strada.
 
22
ottobre
2018
06:00
StF

PARADISO/MELIDE/PONTE TRESA - Le piste ciclopedonali sono pronte a conquistare il lago di Lugano. Negli scorsi giorni si sono infatti compiuti passi avanti in relazione a due importanti progetti, anche a livello economico, che mirano a restituire le rive del Ceresio alla popolazione: il collegamento ciclopedonale di quasi 4 chilometri accanto al lago fra Paradiso e Melide (che secondo i promotori si può fare) e la realizzazione di una nuova riva di fronte a Ponte Tresa mediante il deposito di materiale a lago, con un'estensione massima verso il Ceresio di una trentina di metri e sulla quale verranno realizzate una pista ciclopedonale e nuove aree pubbliche.

 

Prossimi Articoli

Santa Marta a Carona si rifà il look

Il Municipio di Lugano è pronto a stanziare un credito di 308 mila franchi per la seconda tappa del restauro della struttura

Per Wikipedia Philipp Plein è kosovaro

La pagina dello stilista è stata vandalizzata

A Manno videocamere contro il traffico parassitario

Il Comune vuole posare dei lettori di targhe nel nucleo contro i furbetti della colonna – "Ci sono già i cartelli, ma sono bellamente ignorati"

Edizione del 16 novembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top